Le particelle CI e NE

Un poco de repaso de gramática italiana, por si algún compañero de clase, o algún lector que haya dado italiano en tiempos remotos, quiere recordar el funcionamiento del CI y del NE en la lengua italiana:

Le particelle ci e ne

Le particelle CI e NE sono un essempio della differenza tra lo spagnolo e l’italiano. Hanno diverse funzione e rimpiazzono qualque parte dell’orazione, simile a un pronome o un avverbio.

La particella Ci

È un pronome dalla primera persona dal plurale ma, in più, fa altre funzioni:

  • avverbio di luogo, nellla orazione rimpiazza e equivale a qui, là e per:

–  Stai bene qui? Sì, ci sto benissimo (qui, in questo luogo).

–  Andrai a Roma? Sì, ci andrò (là, in quel luogo, a Roma).

–  Partirai per Milano? No, non ci partirò (per quel luogo, per Milano).

  • Pronome che sostituisce una parola o una frase introdotta dalle preposizione a, in,con. Possono fare riferimento a cose (anche neutre) e a persone:

–  Credi di essere un bel ragazzo? Sì, ci credo (in questo).

–  Penserai a quello che ti ho detto? Sì, ci penserò (a questa cosa).

–  Perché non parli con Luca? Ci parlerò questa sera (con questa persona).

  • Ci pleonastico, cioè superfluo, si può anche non mettere:

Molto comune con alcuni verbi ha un valore rafforzativo, come: avere, pensare, credere, etc:

–  AVERE: Hai tu il mio libro? No, non ce l’ho io.

–  PENSARCI: Ma ci pensi a tuo figlio?

–  CREDERCI: Secondo te, quel giornale dice la verità? Sì, ci credo sempre.

  • Ci in locuzioni fisse o espressioni idiomatiche :

–  Riuscire, essere in grado di fare qualcosa (facerla): ce la faccio da sola / non ce la faccio più.

– Credere a qualcosa (credreci): No! Non può essere vero! Non ci credo!

  • La particella ci si trasforma en ce quando va combinata con altri pronomi:

P. E. Aver + CE + la: Avercela con qualcuno

  • Ci con il verbo essere : esistere, essere presente

 c´è: c’è qualcuno che mi aiuti?

–  ci sono: ci sono due macchine nel parcheggio.

–  c´era una volta…

La particella NE

Ne è un pronome personale. Fa le seguenti funzioni:

  • Avverbio di luogo, rimpiazza e equivale a un da li, da là, da quel luogo:

–  Sono stato a Barcelona, ne sono appena ritornato (da quel luogo).

  • Pronome che sostituisce una parola o una frase introdotta dalle preposizione di, da. Possono fare riferimento a cose (anche neutre) e a persone:

–  Ti ricordi di lui? Sì, me ne ricordo bene (di quella persona).

–  Perché non vai dalla nonna? Ne andrò domani (da questa persona).

–  Sai qualcosa di quello accaduto ieri? Sì, ne so tanto.

  • Ne pleonastico. Ha un valore rafforzativo. Non ha equivalente nello spagnolo ma sì nel catalano:

–  Libri ne abbiamo pochi / Libros tenemos pocos / De llibres, en tenim pocs.

– Che ne pensi di questo ragazzo? / ¿Qué piensas de este chico? D’aquest noi, que en penses?

  • Ne in locuzioni fisse o espressioni idiomatiche :

–  Non poterne piú.

–  Averne abbastanza.

–  Farne di tutti i colori: “Oggi i bambini ne hanno fatte di tutti i colori e hanno rotto anche un vaso!”.

–  Valerne la pena: Ne vale la pena.

  • Ne partitivo. Si usa quando parliamo di una quantità per indicare una parte di essa e sostituisce un nome:

Quante sigarete fumi al giorno? Ne fumo cinque.

  • Acompagna alcuni verbi:

– volerne;

– andarsene;

– starsene;

ecc.

La particella NE sempre va dopo di pronomi.

images (1)

Anuncios

Responder

Introduce tus datos o haz clic en un icono para iniciar sesión:

Logo de WordPress.com

Estás comentando usando tu cuenta de WordPress.com. Cerrar sesión / Cambiar )

Imagen de Twitter

Estás comentando usando tu cuenta de Twitter. Cerrar sesión / Cambiar )

Foto de Facebook

Estás comentando usando tu cuenta de Facebook. Cerrar sesión / Cambiar )

Google+ photo

Estás comentando usando tu cuenta de Google+. Cerrar sesión / Cambiar )

Conectando a %s